Dal 2009 la cosiddetta “Moratoria sul credito” ha visto la stesura di CINQUE versioni differenti:

  • L’ Avviso Comune […]  è del 03/08/2009
  • segue Nuove misure per il credito (del febbraio 2012)
  • poi Accordo per il credito 2013
  • e a marzo 2015 esce l’ Accordo per il credito 2015 che prevede:
    1. sospensione per 12 mesi delle rate di finanziamenti e leasing immobiliari (6 se leasing strumentale),
    2. allungamento del 100% dei mutui ipotecari (max 4 anni) e dei finanziamenti (max 3 anni),
    3. allungamento delle scadenze del credito a breve […]
    4. fino al 31/07/2018

Tutto ciò con un aumento dello spread con un massimo dello 0,75% ma solo per 24 mesi …
Se il cliente paga in ritardo alcune di queste rate, il tasso …
purché non ci siano rate scadute da oltre 90 giorni
dove il cliente dimostri di aver avviato un programma di capitalizzazione …
eccetto che per chi ne ha già fatto richiesta nei 24 mesi precedenti …
purché anche il Consorzio di Garanzia (se presente) accetti la nuova durata [non gratuita, ndr]Purché i garanti accettino di estendere la propria garanzia alla nuova durata

Nel mese di dicembre 2017, con uno specifico Addendum, è stato prorogato il periodo di validità al 31 luglio 2018,  comunque in relazione a finanziamenti stipulati prima del 31 marzo 2015.

Per questo e’ importante fare la richiesta nei termini corretti e più appropriati, con un Business Plan che supporti la richiesta.

Si sottolinea inoltre che a febbraio 2018 nasce l’Accordo per il credito e la valorizzazione delle nuove figure di garanzia, finalizzato a promuovere la realizzazione, da parte di banche e imprese, di operazioni relative a finanziamenti garantiti dal trasferimento di un bene immobile sospensivamente condizionato e da pegno mobiliare non possessorio. L’Accordo ha validità fino al 31 dicembre 2019.